Olio e colesterolo, come combatterlo?

Olio e colesterolo, come combatterlo?

Olio di oliva, elisir di lunga vita! E’ risaputo che l’olio extra vergine di oliva sia un alimento ricco di proprietà benefiche per il nostro corpo, in grado combattere i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento delle nostre cellule  . L’olio EVO però è anche un ottimo alleato per abbassare il colesterolo LDL, conosciuto anche come colesterolo cattivo.

Colesterolo LDL: cos’è?

Il colesterolo è un composto facente parte dei lipidi; contrariamente a quanto si possa pensare, non tutto il colesterolo è “nocivo” per il nostro organismo. Infatti, in generale, svolge alcune funzioni biologiche importanti, come la regolazione della fluidità e permeabilità delle membrane cellulari ed è un precursore della vitamina D, dei sali biliari e degli ormoni steroidei. 
La sua presenza in quantità elevate, però, può causare alcuni scompensi come una cattiva circolazione del sangue o sedimentazione nel grasso in vene e arterie (aterosclerosi) che possono causare a loro volte infarti ed ictus.
Il colesterolo LDL alto è considerato “cattivo” per il nostro organismo proprio perché è il precursore dell’aterosclerosi. 

Perché l’olio di oliva aiuta a combattere il colesterolo LDL?

Esistono alcuni alimenti che abbassano il colesterolo proprio come l’olio di oliva. Diversi studi hanno dimostrato che tre cucchiai di olio EVO al giorno sono sufficienti ad abbassare l’LDL, il colesterolo cattivo, ed innalzare l’HDL, considerato il colesterolo buono.
Tutto ciò è merito degli acidi grassi monoinsaturi presenti nell’olio, in particolare l’acido oleico, che nelle quantità giornaliere raccomandate ha la capacità di migliorare la nostra salute, davvero un elisir per il nostro corpo! 


Le quantità raccomandate devono essere distribuite durante la giornata, in una dieta sana ed equilibrata; in caso di dispendi energetici superiori alla norma (come per atleti e sportivi professionisti) possono essere consumati anche quattro cucchiai al giorno.

Dieta per colesterolo alto: cosa mangiare?

Una dieta anticolesterolo prevede una serie di cibi da evitare come i grassi di origine animali a favore di quelli vegetali, proprio come l’olio extra vergine di oliva. E’ preferibile un consumo a crudo, ma anche cotto è capace di apportare le sue proprietà benefiche perché grazie all’elevata percentuale di acido oleico che resiste alle alte temperature, è un ottimo grasso per la cottura.
E’ importante anche badare alle quantità di sodio giornaliere, al consumo di uova, insaccati, latticini e alimenti preconfezionati, cercando di preferire cibi anticolesterolo freschi e con alta percentuale di fibre, pesce e legumi, ed elevate quantità di frutta e verdura (almeno 2 porzioni quotidiane di ognuno).


Olio Basso si raccomanda di seguire un percorso medico assistito poiché un’alimentazione sana è in grado di essere d’aiuto, ma solo un medico ed una corretta cura possono prevenire ulteriori malattie e consentire di rientrare nei parametri normali.